Il Frantoio

Il Frantoio Le Vecchie Macine

Da luoghi antichi, un olio sempre nuovo.

Il frantoio Le Vecchie Macine, nei pressi del Castello di Beviglie, conserva e prosegue la tradizione dell’olivicoltura e dell’estrazione dell’olio da olive di provenienza umbra da generazioni.
Fin dalle origini, l’olio extravergine di oliva è da sempre un segno di riconoscimento non solo dell’Italia, ma della stessa Umbria del mondo. Solo qui, l’unione di una terra ricca e fertile con la sapienza e tradizione secolari della raccolta dell’oliva e della sua lavorazione creano un prodotto inimitabile, unico nel suo genere.
È più di un semplice gesto, è un rito, che si ripete ad ogni autunno, dall’origine dei tempi, sempre uguale e sempre nuovo. Dal profondo dei secoli ad oggi, la coltivazione dell’oliva, la sua raccolta e la sua lavorazione hanno incontrato nuove tecniche e nuovi strumenti, sempre più innovativi e in grado di garantire ed esaltare la qualità dell’olio extravergine in tutte le sue sfumature.

castello beviglie
macina olio

Il frantoio Le Vecchie Macine ha seguito questa via, crescendo ed evolvendosi nel tempo, sperimentando e creando tecniche di lavorazione sempre più all’avanguardia per sviluppare e perfezionare la spremitura delle olive a freddo, per un olio extravergine di oliva di qualità eccellente e dal gusto unico. Nel Frantoio Le Vecchie Macine vengono lavorate solo olive di provenienza umbra, coltivate nella zona di Assisi, Trevi e Spoleto, raccolte direttamente dalla pianta e lavorate a freddo, in ogni fase del processo, dalla spremitura all’imbottigliamento. Dopo le fasi di lavaggio e preparazione, le olive vengono lavorate con il metodo tradizionale continuo a freddo. Dopo la fase di centrifuga e separazione dall’acqua nel decanter, l’olio viene lasciato riposare e analizzato sia dal punto di vista chimico e fisico che per quanto riguarda le proprietà organolettiche e il gusto. In seguito, il prodotto viene imbottigliato, con un processo rapido, in bottiglie di vetro scuro, per preservarne la qualità e il gusto dall’effetto della luce, e garantirne la classificazione come extravergine.